Prevenzione delle infezioni e dei tumori da papilloma virus: più protetti con il vaccino HPV

Aggiornato il: lug 21

Che cosa è il papilloma virus ( HPV)?

Si tratta di un gruppo di virus molto diffusi. Ne esistono oltre 100 sierotipi, di cui più di 40 possono provocare infezioni dell'apparato genitale femminile e maschile. Generalmente le infezioni da HPV sono transitorie, asintomatiche e nella maggior parte dei casi guariscono spontaneamente.

Alcuni sierotipi di HPV possono provocare alterazioni cellulari delle mucose genitali ( collo dell'utero,vulva, vagina, ano, pene , orofaringe) che, se persistenti e non curate, possono evolvere in tumori, anche nell'arco di molti anni.


Come si trasmette il papilloma virus?

Con i rapporti sessuali, anche se non completi. E' la più comune infezione trasmessa per via sessuale. L'uso del profilattico riduce, ma non impedisce, la trasmissione del virus in quanto può essere presente anche in parti di pelle non protette dal profilattico.


Come si cura l'infezione da HPV?

Non esiste una cura specifica. per diagnosticare tempestivamente le alterazioni cellulari del collo dell'utero provocate dal virus HPV, occorre eseguire regolarmente il Pap test o l'HPV test. Per le altre sedi ( vulva , vagina,orofaringe) non esistono programmi di screening .


Il vaccino è sicuro?

La sua composizione garantisce che non possa provocare l'infezione, ma che sia in grado di indurre una risposta immunitaria contro il virus. I numerosi studi condotti finora, e i sistemi di sorveglianza postmarketing di tutti i Paesi europei ed extraeuropei, hanno dimostrato che il vaccino è ben tollerato. Milioni di persone sono state vaccinate contro l'HPV e non sono state riportate reazioni gravi.

Si possono osservare rossore, dolore nella zona di iniezione, febbricola, nausea,vertigini, mal di test e dolori articolari; generalmente sono sintomi di lieve entità e breve durata .


La vaccinazione contro l'HPV impedisce l'infezione?

Si. Il vaccino impedisce l'infezione dai sierotipi contenuti nel vaccino e da altri ceppi, per reazioni crociate, e quindi impedisce anche la formazione di quelle alterazioni cellulari che possono portare al tumore.


Il vaccino è efficace?

Si. Dai numerosi studi clinici effettuati è emerso che il vaccino, se somministrato quando la persona non ha ancora avuto contatto con il virus, prima dell'inizio dell'attività sessuale, assicura una protezione molto elevata nei confronti delle lesioni precancerose e cancerose e dei condilomi ( verruche genitali).

Il vaccino attualmente in uso è efficace nei confronti di 9 tipi di papilloma virus umano e protegge da quasi il 90% dei tumori del collo dell'utero, intorno all' 80% degli altri tipi di tumori HPV correlati e da quasi il 100% dei condilomi.


Quanto dura l'efficacia del vaccino?

Gli studi indicano le persistenza di anticorpi per molti anni, probabilmente per tutta la vita. Ad oggi, infatti, non è previsto alcun richiamo dopo il ciclo di base.


Per chi è raccomandata la vaccinazione?

Il vaccino ha lo scopo di prevenire l'infezione, non di curarla: è opportuno quindi somministrarlo prima del possibile contatto con il virus e quindi prima dell'inizio dei rapporti sessuali. Se la ragazza o il ragazzo è già entrato in contatto con i sierotipi di virus contenuti nel vaccino , l'efficacia si riduce.


A chi è rivolta la vaccinazione?

E' offerta gratuitamente dal Servizio sanitario regionale ,alle ragazze e ragazzi nel dodicesimo anno di vita.

Le ragazze a cui è stata offerta gratuitamente la vaccinazione, a partire da quelle nate nel 1996, mantengono il diritto ad effettuare la vaccinazione gratuita fino al compimento dei 18 anni. I ragazzi mantengono il diritto alla gratuità fino ai 18 anni , a partire dai nati nel 2006.


La vaccinazione è consigliata anche alle persone adulte?

Gli studi clinici hanno dimostrato che il vaccino mantiene una buona efficacia anche nelle persone adulte, sebbene inferiore rispetto all'adolescenza, data l'alta probabilità di aver già avuto contatti con i virus

HPV in relazione all'attività sessuale.

Per questo è consigliato eseguirlo.


Anche se si è vaccinate è necessario eseguire lo screening per il tumore del collo dell'utero ?

Si. Lo screening permette di evidenziare anche le alterazioni cellulari provocate da altri sierotipi di HPV non contenuti nel vaccino.


Il vaccino non può essere somministrato in gravidanza.







213 visualizzazioni

contattami

STUDIO MEDICO SANNITA

Via Caudisi 6, 82011 Airola (BN)

+39 392 5621129

POLISTUDIO DEMETRA

Via Emilia Est 181,  41121 Modena (MO)

+39 3477835435

  • White Facebook Icon
  • White Instagram Icon