top of page

Utilizzo dell'agopuntura nel trattamento della fibromialgia

Aggiornamento: 25 giu 2023


La Fibromialgia in Italia, colpisce circa 1.5-2 milioni di persone, soprattutto donne. L'agopuntura è una terapia valida nella cura di questa dolorosa patologia.



Cos'è la fibromialgia?

La Fibromialgia è una patologia dolorosa definita come una sindrome muscolo-scheletrica causa di dolore ed affaticamento organico, misconosciuta per anni, che colpisce i muscoli e i tendini, come avviene nell’artrite, ma a differenza di questa nella fibromialgia non si riconosce una patologia infiammatoria, né la deformità dei capi articolari.


I punti principalmente coinvolti nella Fibromialgia, sono denominati “tender points” si presentano simmetrici, su entrambi i lati del corpo, come alla base del cranio e del collo, ad esempio, in cima alla spalla, sulla cassa toracica, fra la clavicola e la spina dorsale, sull’avambraccio, nella parte superiore dell’anca, nella parte alta dei glutei, o a livello del ginocchio, etc.


Le cause della Fibromialgia in Medicina Occidentale, sono tutt’ora sconosciute e si ipotizza che possano essere: alterazioni a livello dei neurotrasmettitori, disequilibri ormonali, alterazioni del sonno, condizioni di stress, e ancora, una delle ultime teorie ipotizza che la ridotta percezione del dolore sia la causa di una maggiore sensibilità muscolare a ripetuti microtraumi, in cui entrano in gioco vari fattori quali: traumi fisici, stress, affaticamento, umidità e freddo, sindrome premestruale, tutti in grado di peggiorare il quadro clinico sopra descritto.



Diagnosi: non esistono esami di laboratori specifici, ma vengono richiesti per escludere altri tipi di patologie in grado di provocare disturbi simili come ad esempio l’ipotiroidismo. Lo specialista d’elezione per la diagnosi di fibromialgia è il reumatologo.


I sintomi principali sono a carico di vari distretti corporei: il dolore che è il principale sintomo si può concentrare a livello del collo, delle spalle e delle braccia, o coinvolgere tutto il corpo. La sua gravità può variare in base allo stress, al clima, al sonno, o durante l’arco dell’intera giornata. I dolori causati dalla fibromialgia sembrano non avere limite.

Sono consistenti per la loro intensità e per la loro diffusione. Possono essere dolori persistenti ma possono anche variare di intensità, durata e frequenza a livello della zona dolorante, potrebbero spaziare da “una sindrome del fa-tutto-male” a “dolori migranti”. I pazienti li descrivono come dolori muscolari lancinanti, con bruciore, oppure crampi e ferite, come lame di coltello.


Molto spesso, al mattino, i dolori e la rigidità sono ancora più accentuati, e i gruppi muscolari risultano profondamente affaticati. Possono manifestarsi dolori a livello delle articolazioni mascellari, dolori al viso (pseudo nevralgia del trigemino, dolore atipico al viso) e possono aggiungersi anche problemi a livello dei denti e dei seni mascellari. Spesso, i denti vengono estratti ed il paziente lamenta un fantomatico dolore a livello del dente già estratto. I disturbi alla deglutizione ed a livello della lingua sono noti come sindrome neck-tongue.


Si è stimato che oltre il 90% dei malati di fibromialgia accusa, inoltre, affaticabilità, stanchezza e difficoltà nel dormire. I sintomi “collegati”, più spesso riferiti sono: cefalea ed emicrania, formicolii alle mani, sensazioni dolorifiche simili a punture di spillo, colon irritabile e molti altri. Questi sintomi possono essere variamenti presenti, ma difficilmente si riscontrano tutti quanti nello stesso soggetto. L’unica vera conseguenza a medio-lungo termine ipotizzata in seguito alla patologia fibromialgica è l’insorgenza, nel 20-40% dei pazienti che soffrono di dolori al ventre, costipazione, attacchi di diarrea, flatulenza e nause, della sindrome del colon irritabile, verosimilmente in soggetti già predisposti.


Terapia della Fibromialgia


La Medicina Occidentale propone come cura la terapia farmacologica a cui è indispensabile associare attività fisica ed una completa informazione ed educazione del paziente relativamente ad esempio all’igiene del sonno, fattore considerato determinante, in grado di migliorare od eliminare i fattori scatenanti e/o in grado di peggiorare significativamente la sintomatologia dolorosa: - per quanto riguarda i farmaci sono prevalentemente utilizzati paracetamolo, antinfiammatori e antidolorifici di varie categorie. - per migliorare la qualità del sonno si prescrivono spesso antidepressivi e miorilassanti, come pure farmaci attivi sulla trasmissione nervosa, che hanno dato risultati apprezzabili solo in una piccola parte di pazienti. La diagnosi tradizionale si basa sull’evocazione di dolore alla palpazione mirata di 11 su 18 punti sensibili (tender points) e/o doloranti.



Perchè trattarla con l'agopuntura?


L’Agopuntura in quanto medicina energetica, che fa parte della Medicina tradizionale Cinese (MTC), è sicuramente la miglior cura possibile per la Fibromialgia, in quanto interviene direttamente sulle cause del dolore inteso come ristagno di energia.


In Agopuntura il dolore è considerato come l’interruzione del libero flusso dell’energia vitale (o qì) all'interno del corpo umano. Quindi in Agopuntura la sindrome fibromialgica è vista come una sindrome dolorosa dove si è creato un blocco dell’energia vitale, che non circola più, con un ingorgo energetico causa della sintomatologia dolorosa nei vari distretti corporei.



Nella Fibromialgia, poi, dove il dolore è il sintomo dominante, spesso si associano disarmonie di organi importanti quali: il fegato (gan), la milza (pi), tl rene (shen)ed il cuore (xin), che presiedono alle principali funzioni del corpo, con un conseguente decadimento della funzionalità di tutto l’organismo nel suo complesso, soprattutto negli stati avanzati della malattia.


Questo perché il concetto fondamentale della MTC è legato al flusso energetico, che “viaggia“ attraverso i Meridiani (mai, canali di trasporto dell’energia/qi), che collegano e connettendo i vari organi del corpo fra di loro; si intuisce così come un blocco o un alterato flusso energetico in un punto si può così facilmente ripercuotere a valle e a monte del punto stesso, creando alterazioni di funzionamento dei varie organi e visceri.


L’Agopuntura in questa patologia propone trattamenti mirati ad alleviare principalmente il dolore, che è il sintomo maggiormente invalidante per i pazienti, tramite la stimolazione di particolari agopunti individuati sui meridiani energetici principali degli organi coinvolti nella circolazione energetica del qì.




Gli studi clinici randomizzati e controllati a riguardo sono ancora pochi ma sufficienti a dimostrare un’efficacia dell’agopuntura nel migliorare il dolore, la rigidità e la stanchezza.


Una recente metanalisi della COCHRANE (9 studi, 395 pazienti) conferma questi dati. Inoltre sembra esserci un maggiore beneficio derivante dall’elettro-agopuntura rispetto all’agopuntura manuale per quanto riguarda la riduzione del dolore.

I miglioramenti ottenuti sono ancora osservabili dopo un mese dal trattamento ma non a distanza di 6 mesi. Questa evidenza suggerisce che un trattamento della fibromialgia con l'agopuntura a cadenza mensile possa essere sufficiente per ridurre i sintomi e migliorare la qualità della vita.




La sua efficacia si basa su un effetto antinfiammatorio, sulla capacità di indurre la liberazione di antidolorifici naturali (endorfine) innalzando la soglia del dolore e inducendo un profondo stato di rilassamento.

L’agopuntura ha dimostrato di poter incrementare la risposta ai farmaci quando accostata al trattamento farmacologico standard per la fibromialgia. L’agopuntura ha pochi effetti collaterali ed è sempre più utilizzata nella terapia di questa malattia, sia a livello ambulatoriale sia nei migliori ospedali in tutto il mondo (Cfr. Mayo Clinic – New York).


FIBROMIALGIA E FITOTERAPIA CINESE


I complessi disequilibri energetici che vedono coinvolti gli organi interni e le situazioni di carenza di Qi o di Sangue che spesso occorrono nella fibromialgia si giovano molto del trattamento con erbe cinesi. Una formula erboristica specifica e strettamente individualizzata fornisce un grande supporto alla terapia con agopuntura e permette di guidare il corpo verso un processo di guarigione più rapido e completo.



FIBROMIALGIA E QI GONG


I vantaggi derivati dall’impiego di particolari ginnastiche energetiche sono molti. Per citare alcuni esempi è possibile rinforzare il Qi di un organo carente o migliorare il flusso di energia lungo particolari canali o aree del corpo, riducendo dolori, stanchezza e insonnia e accompagnando il corpo verso un graduale riallineamento energetico.



agopuntura-fibromialgia

830 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page